_FORUMRSSFEED_Rispondi

Fondato l’osservatorio sulla legalità della didattica (old)

Pubblicato il 07/11/2010 01:11

AntonioKasanova
Ufficiali Generali

Contributi: 1217

Sesso: _MALE_
Online: No

Fondato l'osservatorio sulla legalità della didattica (old)

Pubblicato il 07/11/2010 01:11 | ID:#post14212

È costituito, dall’Assemblea Interfacoltà dei Ricercatori in Mobilitazione dell’Università di
Messina, l’Osservatorio sulla legalità della didattica (OLD).

Lo scopo dell’Osservatorio è di collaborare alla vigilanza sul regolare svolgimento della didattica, controllando la corretta formulazione dei calendari, la distribuzione dei carichi ai docenti (sia carico didattico che supplenze), le procedure di assegnazione dei contratti di insegnamento, il corretto affidamento di compiti didattici ai ricercatori ai sensi delle vigenti norme di legge, la regolarità delle procedure di valutazione studentesca della didattica.

L’OLD registra condotte non conformi a quanto previsto dall’art. 6 del Codice dei comportamenti dell’Ateneo riguardante “Doveri di natura didattica dei docenti”. In tale prospettiva l’Osservatorio è aperto al contributo di tutte le componenti universitarie (compresi gli studenti). Chiunque può effettuare segnalazioni di presunte irregolarità, trasmettendole
direttamente ai referenti di ciascuna Facoltà, oppure inviandole all’indirizzo email osservatoriold@gmail.com, specificando: Facoltà, Corso di laurea, data, ora, insegnamento, docente, disservizio segnalato.

A tal fine sono predisposti dei moduli che possano facilitare la segnalazione. A breve sarà attivato un sito in cui sarà possibile far confluire le segnalazioni anche per via telematica.
Le segnalazioni, previa verifica da parte dei referenti dell’Osservatorio per ogni Facoltà, saranno inoltrate immediatamente ai Coordinatori dei Corsi di Studio competenti ed al Preside della Facoltà interessata. Successivamente tutti i dati, comprese le risposte e gli eventuali provvedimenti adottati, saranno comunicati al Magnifico Rettore ed al Nucleo di Valutazione dell’Ateneo. Nel caso di mancati provvedimenti da parte degli Organi interpellati, l’Osservatorio valuterà le forme più opportune per rendere pubbliche all’interno dell’Ateneo le segnalazioni ricevute.

Antonio Simone Laganà