Categoria: Generale » Aggiornamento mobilitazioni anti- decreto Gelmini

Aggiornamento mobilitazioni anti- decreto Gelmini

Aggiornamento mobilitazioni anti- decreto Gelmini

Aggiornamento mobilitazioni anti- decreto Gelmini

Oggi, 13 ottobre, alle ore 10.30, si è tenuta al Rettorato un’assemblea d’Ateneo che ha visto la partecipazione numerosa di studenti e ricercatori dell’Università di Messina.                                                                                                                                                

Una studentessa della facoltà di Lettere e Filosofia ha introdotto l’assemblea offrendo un breve resoconto delle attività e/o iniziative che sino ad oggi sono state promosse dal gruppo studentesco “Unime in protesta”, e invitando i presenti a riflettere sulle conseguenze reali – nonché nefaste – che il ddl Gelmini determinerebbe, sulla vita universitaria e lavorativa di ogni singolo studente, qualora venisse approvato.                                                                                               

Dopo l’intervento di un ricercatore che ha chiarito la posizione della “rete 29 aprile” e il suo tentativo di arginare i danni prodotti da una drastica riduzione dei finanziamenti all’università pubblica, si è aperto un dibattito partecipato e costruttivo: a intervenire sono stati studenti (provenienti da varie facoltà) che hanno contribuito ulteriormente a mettere in luce la drammatica condizione in cui versano le università italiane. Gli argomenti su cui si è maggiormente discusso e che hanno suscitato maggiore tensione e interesse sono stati: l’aumento esponenziale delle tasse universitarie per gli studenti; la scarsa qualità dei servizi offerti (segreteria, trasporti, strutture, ecc.); la consapevolezza della politicità del nostro movimento, che ha l’obiettivo di contrapporsi ad una precisa disposizione governativa.                                    

Il movimento si propone di sensibilizzare, informare e coinvolgere il maggior numero di studenti possibile e di offrire sostegno e collaborazione ai ricercatori impegnati nella protesta. Sarà, altresì, intenzione del movimento contattare tutte le rappresentanze studentesche degli organismi collegiali, e chiedere che venga messa a disposizione degli studenti almeno un’aula per ogni facoltà.

Occorre, inoltre, realizzare una continuità tra la prospettiva di protesta locale e quella nazionale e saldare le nostre istanze con quelle del movimento dei lavoratori – attraverso un’adesione, quantomeno ideale, alla manifestazione che si terrà a Roma il 16 ottobre.

In conclusione sono state programmate una serie di iniziative:

-         Sit-in al Rettorato: 14 ottobre, ore 10.30.

-         Volantinaggio e banchetti informativi in tutte le facoltà a partire da lunedì 18 ottobre.

-         Assemblee in tutte le facoltà durante la settimana tra il 18 e il 22 ottobre.

-         Assemblea di Ateneo durante la settimana dal 25 al 29.
 

Dr. Antonio Simone Laganà

Non ci sono commenti.







  • Cliccando il tasto sottostante si accettano i termini e le condizioni del sito.Termini e Condizioni

  • Oppure utilizza Facebook per accedere in modo semplice e veloce e saltare tutti i passaggi della registratione.
    Registrati utilizzando facebook

Prontuario Farmaceutico Online

Prontuario farmaceutico online